FANDOM


Grand Hotel
Grandhotel
Alex all'esterno del Grand Hotel
Location
Callender Drive (film)
Simmons Street, Silent Hill Centrale (Homecoming)
Chiave
Nessuna
Piani
6 (Silent Hill film)
9 (Homecoming)
Boss
Sepulcher
Apparizioni
Silent Hill film
Silent Hill: Homecoming

Il Grand Hotel è una struttura abbandonata che appare prima nel film Silent Hill e successivamente nel gioco Silent Hill: Homecoming. Nel film e nel gioco sono presenti due versioni totalmente differenti dell'edificio, che però sono entrambe canoniche. Inoltre, il Grand Hotel presente nel film si trova a Silent Hill, West Virginia, mentre quello del gioco è situato a Silent Hill, Maine.

L'hotel era un tempo un luogo molto frequentato da turisti e abitanti locali, mentre adesso è abbandonato e infestato.

Silent Hill film

Nel film Silent Hill, la struttura è di proprietà della Setta, una confraternita di fanatici religiosi, sul quale è stato inciso persino il loro simbolo. Per poter condurre segretamente i propri affari e uccidere tutti coloro che si opponevano ad essa, la Setta fa costruire un passaggio segreto che collega ad un edificio vicino dove si trova la camera sacrificale, accessibile tramite la Stanza 111 che si trova nascosta dietro al quadro di Jennifer Carroll, bruciata per essere una strega.

A un certo punto, alcuni ospiti lamentano di aver udito delle voci di bambini, di persone che piangono, e rumori di passi misteriosi, così si diffondono le voci che l'hotel è infestato da fantasmi. Ciò rovina totalmente la fama dell'edificio che non riesce a zittire le dicerie, e in seguito a ciò il flusso di ospiti diminuisce drasticamente, ad eccezione di coloro che sono in cerca di un'esperienza soprannaturale.

Grandhotelfilm

L'esterno del Grand Hotel nel film

Durante il grande incendio di Silent Hill, parte dell'hotel è rimasta danneggiata.

Durante il film, Rose Da Silva trova un indizio nei bagni della Scuola Elementare Midwich che riconduce a questo edificio. La donna rinviene nella bocca di un cadavere una targa con scritto "-ND -OTEL" e dopo essere fuggita dall'Otherworld, si dirige al Grand Hotel insieme a Cybil Bennett in cerca di Sharon.

All'interno, Rose e Cybil incontrano Anna e insieme si dirigono al quadro di Jennifer Carroll, dove accedono alla stanza segreta. Si tratta di una camera sacrificale ed è qui che Rose ha una conversazione con Dark Alessa.

Tramite dei flashback, le viene rivelato che la stanza in cui si trova era in passato molto frequentata dai membri della Setta. Proprio in questo posto, Alessa Gillespie è stata portata via da sua madre e bruciata come strega.

Silent Hill: Homecoming

Il Grand Hotel che appare nel gioco è un edificio a nove piani, di cui soltanto cinque sono accessibili, e come tutte le strutture di Silent Hill, è abbandonato e in uno stato di rovina; tuttavia, non si sa se si trovi in questo stato anche nel mondo reale o soltanto nel mondo nebbioso. Per poter accedere ai vari piani, Alex Shepherd deve prima trovare una chiave per entrare in una porta di servizio e lì risolvere un enigma per ripristinare l'energia elettrica. Gran parte dell'edificio è distrutto, e presenta pavimenti crollati, porte rotte, numerosi buchi nei muri, oltre alla presenza di tantissime creature che si sono stabilite al suo interno.

Questa struttura è la prima che Alex visita a Silent Hill dopo l'esplorazione del Cimitero Rose Heights. Il giovane sviene e si risveglia sulle strade di Silent Hill e davanti all'hotel. Non si capisce in che zona della città sia ubicato, ma si presuppone si trovi ai margini della città data la presenza del segnale di benvenuto. All'interno, Alex inizia a cercare suo fratello Joshua, e durante l'esplorazione scopre molti dettagli riguardo la vita del sindaco Sam Bartlett.

Room 306

Alex cade nel buco della Stanza 306

Durante l'esplorazione bisogna raccogliere tre cartoline per una donna misteriosa, che sembra essersi rinchiusa nella Stanza 301. Fornendole i tre oggetti, ella darà ad Alex la chiave che apre la Stanza 306. Al suo interno, il protagonista trova Joshua che si trova al di là di un grosso buco, ma nel tentativo di raggiungerlo, Alex finisce per cadere al suo interno per ritrovarsi nell'atrio dell'hotel. Poco dopo, l'edificio sarà invaso dall'Otherworld e Alex, dopo aver parlato col sindaco Bartlett, sarà costretto ad affrontare Sepulcher.

A differenza del film, questa struttura sembra invece non essere gestita dall'Ordine.

Curiosità

  • Goyaflagellanti

    Il quadro Una Processione di Flagellanti

    Nel Grand Hotel del film si può notare il quadro di Francisco Goya intitolato Una Processione di Flagellanti, in cui sono ritratti degli uomini con un cappello conico in testa. E' possibile che da questo quadro, Alessa abbia tratto ispirazione per la manifestazione del mostro Pyramid Head.
  • Nel film, Rose e Anna saltano da un edificio all'altro. Questo è un riferimento a Silent Hill 2, quando James Sunderland salta dagli Appartamenti Wood Side ai Blue Creek tramite l'uscita antincendio.
  • Il set utilizzato per il Grand Hotel si trova a Toronto, in Canada, e si tratta realmente di un hotel abbandonato. Inizialmente, la location era considerata troppo pericolosa per potervi lavorare al suo interno tante persone contemporaneamente, tuttavia il regista Christophe Gans riesce ugualmente a trovare degli espedienti per poter girare le scene al suo interno e in sicurezza. L'arredamento che appare nel film è quello originale e si trovava già all'interno dell'hotel abbandonato.
  • In Silent Hill: Homecoming, la massiccia presenza nell'hotel di mostri come Swarm e Needler è legata alla passione di Joey Bartlett per il giardinaggio e a come è stato ucciso.
  • In Silent Hill: Homecoming, l'hotel è popolato da numerose infermiere. Ciò è legato alla presenza di Clayton Doyle, che in vita ha ricevuto numerose cure mediche nella stanza in cui soggiornava a causa di una malattia che lo ha portato alla morte.
  • Dei documenti di Silent Hill: Homecoming svelano che il sindaco Bartlett si è offerto volontariamente di curare l'atrio dell'hotel, ed è proprio lì che ha sepolto suo figlio Joey mentre era ancora vivo.
  • In Silent Hill: Homecoming, il dipinto "Rito di Primavera" che viene ritrovato successivamente nella Chiesa della Santa Via, appare inizialmente anche nel Grand Hotel. Il passaggio segreto che nasconde è quasi sicuramente un riferimento al film Silent Hill.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.